Area disabilità o difficoltà sociale - UDP SONDRIO

Progetti |  Area disabilità o difficoltà sociale - UDP SONDRIO

Progetti ed Interventi - Area disabilità o difficoltà sociale

 

Progetto "Impresasolidale"

Negli ultimi anni è aumentato l’interesse delle istituzioni e delle organizzazioni pubbliche e private intorno al tema della Responsabilità Sociale d’Impresa (RSI). Attraverso la gestione responsabile delle attività economiche, le imprese possono, infatti, contribuire in modo rilevante alla crescita economica, sociale e ambientale del proprio territorio.

L’Ufficio di Piano dell’Ambito Territoriale di Sondrio, e in misura diversa gli Uffici di Piano di Tirano e Morbegno, hanno sperimentato in questi anni diversi interventi per favorire l’inserimento sociale e lavorativo di persone con disabilità e in condizioni di svantaggio collaborando  con istituzioni pubbliche, organizzazioni del Terzo Settore e imprese profit. L’esperienza maturata nel distretto di Sondrio ed in via di sperimentazione anche negli altri Uffici di Piano, dimostra che gli strumenti adottati offrono soluzioni altamente efficaci (per il diretto interessato ma anche per il contesto che lo accoglie), economiche (a basso costo per l’ente promotore e a costo “Zero” per l’impresa) e alternative all’istituzionalizzazione o all’inserimento precoce nei Centri Diurni per Disabili. Tutti gli Uffici di Piano della provincia di Sondrio hanno adottato nel 2012, dopo un confronto con l’Ispettorato del Lavoro e un’analisi della normativa regionale , un regolamento comune per la qualificazione degli strumenti d’inclusione sociale denominati TRR (Allegato A: Tirocini Riabilitativi Risocializzanti) .

La partecipazione delle imprese valtellinesi  che accolgono i TRR , programmi rivolti a persone in condizione di svantaggio socio- lavorativo che non hanno come obiettivo l’assunzione ma la realizzazione di un’esperienza umanamente arricchente, hanno mostrato che vi è un terreno privilegiato per sperimentare la RSI, attuando nelle aziende interventi innovativi d’impegno sociale che possono contribuire allo sviluppo economico e al consolidamento dei legami dell’azienda con il territorio.

Con questo progetto gli Uffici di Piano degli Ambiti di Sondrio, Tirano, e Morbegno, in collaborazione con una vasta rete di partner appartenenti al sistema istituzionale (59 Comuni e Provincia di Sondrio), al mondo della solidarietà e della cooperazione (Confcooperative, Consorzio Solco, Cooperativa Sociale Ippogrifo, CESVIP) e al sistema economico provinciale (Camera di Commercio, Unione Artigiani, Unione Commercianti) intendono potenziare ed estendere su un territorio di circa 132.000 abitanti gli strumenti di inclusione sociale fondati sulla RSI e  studiarne le potenzialità attraverso una modellizzazione e una diffusione delle buone prassi.

Il progetto Impresasolidale, nel concreto,  intende perseguire i seguenti obiettivi:
? avviare uno studio di nuove modalità di certificazione dell’impegno sociale delle imprese per valorizzare le azioni d’inclusione sociale;
? potenziare e diffondere i Tirocini Riabilitativi Risocializzanti con criteri uniformi in modo da consentire la modellizzazione degli strumenti analizzandone potenzialità ed elementi critici (sono previsti trenta circa TRR aggiuntivi in un anno);
? sostenere le strategie di inclusione sociale attraverso il lavoro di rete e di comunicazione e  la sperimentazione di azioni innovative, azioni che favoriscono sia la sostenibilità del sistema sia la fidelizzazione delle organizzazioni ospitanti. Tra le azioni innovative si prevede di creare un “Fondo di solidarietà” che verrà alimentato da risorse pubbliche private e  potrà essere utilizzato per benefit rivolti alle persone inserite nei TRR.

La realizzazione del progetto richiede un investimento sia sulle azioni di sistema (coordinamento, comunicazione e ricerca) sia sulle azioni dirette ai beneficiari e alle aziende (formazione tutor, finanziamento  nuovi TRR).
Il finanziamento concesso da Fondazione Cariplo (*), pari a euro 60.000,00, consentirà di consolidare le relazioni  tra i partner e di sensibilizzare il tessuto economico e sociale affinché sia ancora più ricettivo e possa quindi sostenere l’aumento incrementale dei TRR. Le risorse aggiuntive permetteranno inoltre di analizzare in modo più approfondito le potenzialità di questi strumenti d’inclusione sociale e di diffonderne i risultati.

Il finanziamento dei partner e dei sostenitori, pari a euro 92.400,00 rappresenta un investimento significativo che garantisce la sostenibilità nel tempo delle azioni intraprese e  avvia un’iniziativa sperimentale di co-finanziamento e co-progettazione tra pubblico e privato che dimostra come sia  possibile realizzare, anche in tempo di crisi, un welfare territoriale su cui convergono risorse umane, economiche e sociali che insieme possono costituire una  garanzia per la sostenibilità futura.

 

(*) Progetto finanziato da Fondazione Cariplo - progetti extrabando

Pubblicato il 
Aggiornato il 
Risultato (99 valutazioni)