clicca per ritornare alla modalità grafica


Benvenuti nel Portale AMBITO TERRITORIALE DI SONDRIO - UFFICIO DI PIANO

Ogni pagina è divisa in tre parti:

Queste tre parti si presentano sempre nella stessa sequenza in ogni pagina e sono identificate dal un tasto di accesso rapido per essere lette/ascoltate da un lettore testuale. Questo consente una rapida e agevole navigazione da parte di chi utilizza un lettore testuale, in modo che non debba essere obbligato ad ascoltare tutto il testo di una pagina per accedere al menù, o viceversa sia costretto ad ascoltare tutte le volte lo stesso menu prima di poter accedere al contenuto della pagina.


clicca per consultare l'elenco completo delle access key
Vai alla home page
Ufficio di Piano - Via Perego n. 1 - 23100 Sondrio telefono: 0342/526283 fax: 0342/526420 e-mail: pianodizona@comune.sondrio.it
Home page
HOME  >  Terzo Settore

TERZO SETTORE


In un contesto caratterizzato da forti  mutamenti si impone una revisione delle ordinarie modalità di governo e di produzione dei servizi ed una valorizzazione delle risorse e delle competenze del Terzo Settore. E’ necessario ripensare agli strumenti di raccordo  tra Terzo Settore e pubblica amministrazione, rafforzando le alleanze strategiche con il privato sociale e promuovendo la connessione delle reti a partire da rappresentazioni condivise delle priorità e dei problemi da affrontare.
Come indicato nelle Linee guida regionali “il contributo degli enti locali alla connessione delle reti, molto più del consolidato intervento di offerta di prestazioni, costituisce il meccanismo prioritario per dare vita, attraverso le competenze e la creatività delle parti, a un processo d’innovazione sociale che renda sostenibile nel futuro il sistema di welfare. Per gli attori pubblici si tratta infatti sia di riconoscere quelle reti che già operano sul territorio sia di promuoverne di nuove in grado di generare valore aggiunto e opportunità di innovazione”.

La DGR del 25.02.2011 “Linee guida per la semplificazione amministrativa e la valorizzazione degli enti del Terzo Settore  nell’ambito dei servizi alla persona e alla comunità” e la D.d.g. del 28 dicembre 2011 “Indicazioni in ordine alla co-progettazione fra comune e soggetti del Terzo Settore per attività e interventi innovativi e sperimentali nel settore dei servizi sociali”, rappresentano i riferimenti normativi su cui costruire percorsi di innovazione progettuale con il gli organismi del Terzo Settore.


In coerenza con le indicazioni regionali e in continuità con quanto sperimentato nei due trienni precedenti, viene mantenuta l’operatività del Tavolo del Terzo Settore, nel quale i rappresentanti dei diversi organismi  potranno portare il proprio contributo per:
- sviluppare la rete delle unità d’offerta sociali ed individuare nuove  modalità di coinvolgimento degli organismi del Terzo Settore nei processi di programmazione del welfare locale;
- esprimere, interpretare e tutelare i bisogni sociali dell’ambito territoriale condividendo elementi e dati relativi alla domanda intercettata dai diversi organismi e alle risorse del Terzo Settore attive sul territorio dell’ambito;
- contribuire alla definizione dei requisiti di accreditamento delle unità di offerta sociali e alla eventuale identificazione di ulteriori livelli di assistenza rispetto a quelli previsti dalla Regione Lombardia;
- fornire indicazioni per la determinazione dei parametri prioritari di accesso alle prestazioni sociali;
- sviluppare, in accordo con gli Uffici di Piano, l’attività di segretariato sociale e di informazione al cittadino relativamente alla rete delle unità d’offerta;
- approfondire e sviluppare i processi di integrazione socio sanitaria da attuarsi nel distretto di Sondrio;
- reperire le risorse rese disponibili da bandi di enti pubblici e privati favorendo un utilizzo programmato delle risorse e coerente con le priorità indicate nel presente Piano di Zona.


Le modalità di funzionamento del Tavolo del Terzo Settore  sono disciplinate dal regolamento che verrà aggiornato nella prima seduta utile. Saranno possibili aggiornamenti e revisioni con l’approvazione da parte di tutti i membri dello stesso. Eventuali modifiche dovranno in ogni caso rispettare i seguenti requisiti minimi:
a) la presidenza del Tavolo è attribuita al Presidente dell’Assemblea dei Sindaci o suo delegato;
b) tra i membri del Tavolo dovrà essere prevista la partecipazione del Responsabile dell’Ufficio di Piano, del Direttore Sociale dell’ASL o suo delegato e del Direttore di Distretto dell’ASL o suo delegato;
c) la convocazione del Tavolo sarà almeno due volte l’anno a cura dell’Ufficio di Piano con indicazione preventiva dell’ordine del giorno e inoltro degli eventuali materiali a tutti i partecipanti;
d) il Tavolo del Terzo Settore potrà inoltre essere convocato su richiesta motivata da parte di almeno  1/3 dei rappresentanti designati dagli organismi del Terzo Settore;
e) la partecipazione è garantita ai rappresentanti degli organismi del Terzo Settore operanti nel territorio dell’Ambito che dovranno designare con atto formale i propri rappresentanti per un numero massimo di:
- 2 rappresentanti per le cooperative sociali e gli organismi della cooperazione;
- 2 rappresentanti  organizzazioni di volontariato
- 1 rappresentante per le associazioni e gli enti della promozione sociale;
- 1 rappresentante per le fondazioni delle case di riposo
- 1 rappresentante delle fondazioni locali finalizzate alla promozione sociale;
- 1 rappresentante per gli enti di patronato;
- 1 rappresentante per le associazioni familiari;
- 1 rappresentante del Forum delle Famiglie;
- 1 rappresentante per gli enti riconosciuti dalle confessioni religiose.


Ai lavori del Tavolo potranno partecipare altri organismi del Terzo Settore o altri soggetti pubblici o privati, qualora gli argomenti in discussione lo rendano opportuno e su invito del Presidente.
Dovrà essere prevista la possibilità che l’ASL o il Presidente dell’Assemblea dei Sindaci convochino, in aggiunta o in alternativa a quanto previsto da ciascun Ente, riunioni congiunte dei Tavoli di Rappresentanza del Terzo Settore per l’esame di questioni  inerenti sia la rete delle unità d’offerta sociali che quella riguardante le unità d’offerta socio-sanitarie.

La costituzione dei Tavoli di area da parte delle ASL e la partecipazione agli stessi dell’Ufficio di Piano, nonché la valutazione effettuata con i rappresentanti dei Tavoli nel corso del 2011, rendono inopportuna la prosecuzione dei Tavoli di Area sociali con le stesse modalità sperimentate nei trienni precedenti.
Per il triennio 2012-2014 è pertanto prevista l’organizzazione di gruppi di lavoro per aree tematiche a cui potranno partecipare i soggetti del Terzo Settore.
Sarà favorita la partecipazione ai gruppi di lavoro tematici da parte di tecnici, esperti, referenti di enti pubblici e privati o di soggetti in genere che possono portare un utile contributo alle tematiche trattate. In particolare sarà favorita la partecipazione dei rappresentanti delle scuole.
Ogni gruppo di lavoro individuerà al proprio interno un coordinatore, la cui nomina verrà ufficialmente ratificata  nella sua prima riunione utile.


In sintesi il modello di partecipazione del Terzo Settore allo sviluppo della politica sociale di ambito prevede:


STRUTTURA

PARTECIPANTI

FUNZIONI

Tavolo del Terzo Settore

Rappresentanti del Terzo Settore
Presidente Assemblea dei Sindaci
Responsabile Ufficio di Piano
Direttore Sociale dell’ASL
Direttore di distretto dell’ASL

Consultazione permanente dei rappresentanti del Terzo Settore alle fasi salienti della  programmazione, progettazione,  integrazione socio-sanitaria e integrazione dei diversi strumenti di programmazione

Gruppi di lavoro tematici

Operatori, esperti, ricercatori dell’Ufficio di Piano, dell’ASL e degli organismi del Terzo Settore

Elaborazione ed approfondimenti su specifiche tematiche


 

------------------------------------------

 Convocazioni Gruppi di Lavoro

 Convocazione Tavolo Terzo Settore



 
Elenco comuni

area riservata
clicca per accedere al validatore html 4.01, il sito verrà aperto in una nuova finestra clicca per accedere al validatore css, il sito verrà aperto in una nuova finestra sito internet validato wcag wai a   :: accessibilità :: mappa del sito :: access key ::   Visualizza il testo con caratteri normali  Visualizza il testo con caratteri grandi  Visualizza il testo con contrasto elevato  Visualizza i contenuti senza la presenza della struttura grafica

Portale internet del Piano di Zona di Sondrio realizzato da Progetti di Impresa srl © 2006 - Privacy
Comune di Sondrio - Piazza Campello n.1 - 23100 Sondrio telefono: 0342/526111 P.Iva: 00095450144